I PESCI DI METALLO DI CAMOGLI 

di Luca Bozzo

 

Le sculture in metallo di Luca Bozzo prendono spunto da antiche tecniche scultoree come la Toreutica, (l’arte di lavorare il metallo in incavo e a rilievo, praticata già nell'antico Egitto nel 2600 A.C.) e la statuaria primitiva Greca che nel VII A.C. adoperava lamine metalliche insieme ribattute (sphyrèlata - sphyrelaton).

Infatti, prima della fusione della cosiddetta "cera persa", le statue di metallo erano costituite da lamine metalliche lavorate a martello ed unite con dei chiodi o ribattini. La tecnica che ha  sviluppato Luca Bozzo  reinterpreta le abilità artigianali e le esprime in forme artistiche. Ogni pezzo è unico ed irripetibile perché è lavorato singolarmente a mano seguendo con i martelli la traccia del disegno. Martellata dopo martellata L. Bozzo  procede progressivamente a  delineare la  forma tridimensionale del soggetto sino a quando non la definisce nei minimi particolari. Ogni opera si può riprodurre in diversi materiali, dimensioni, spessori e finiture.

 Gli oggetti comunque mantengono un peso contenuto e possono essere installati semplicemente come se fossero dei quadri.

 http://www.blucamogli.it/news